Federico Finocchiaro

da | Dic 22, 2019

Imprevedibile guascone del palcoscenico. Non si ferma davanti a niente, profana con garbo il pudore altrui e lo capovolge in un caleidoscopio di parole degne di un moderno Cyrano. Re del doppio senso, interprete poliedrico che con la stessa convinzione sa grattarsi le natiche o diventare così intenso da commuovere. Il dubbio che rimane sempre alla fine è se non sia il personaggio ad aver posseduto l’attore.