Marco Macchiavelli

da | Gen 8, 2020

Marco Macchiavelli

Lo si trova sul palco molto prima di ogni spettacolo. Ha l’avvitatore in mano, la cintura degli attrezzi legata in vita, l’occhio attento e la lingua che non dice. Parole distillate, pochissime, e perciò preziose. Le scenografie rilucono anche di questo frequente contrasto: da un lato il calcolo, l’operosità, il puntiglio, dall’altro la finezza, l’istante raccolto, la poesia.